Nello scorso mese di marzo si è concluso il progetto “Educazione alla salute” che riguardava le classi 5° delle Scuole superiori di Modena e quindi i ragazzi neo-maggiorenni.

L’ Avis Comunale di Modena, in collaborazione con Admo e Aido, ha svolto l’intero programma con collegamenti online, ad eccezione di una scuola in presenza, che ci hanno permesso di contattare tutti i ragazzi che erano in DAD.

Complessivamente 13 scuole superiori, 100 quinte classi con oltre 2.000 studenti.

La straordinaria collaborazione degli istituti, nella persona dell’insegnante referente del progetto e del dirigente scolastico, ci ha consentito di non mancare neanche questa volta, con tutte le difficoltà del periodo, all’appuntamento ormai consolidato che ogni anno raccoglie l’adesione di varie centinaia di ragazzi
(567 nel 2019-2020) che diventano donatori di sangue.

Quest’anno il completamento della procedura, non più tramite le scuole, ma d’iniziativa dei singoli ragazzi nel rispetto della normativa anti Covid che impone limiti agli spostamenti sarà più complesso, ma i primi segnali sono incoraggianti e ci fanno prevedere che nei prossimi mesi le adesioni degli studenti neo-donatori di sangue non mancheranno come negli anni precedenti.

Abbiamo quindi inviato ad ogni istituto un’attestato di ringraziamento per l’attività svolta e ci mettiamo già all’opera per organizzare il prossimo progetto, quello del 2021-2022, nel migliore dei modi.

Adriano Borghi, Avis Comunale di Modena