Come previsto dal DPCM del 2/3/2021 l’assemblea quest’anno si è tenuta in videoconferenza tramite la piattaforma ZOOM.

Dopo aver ricordato i donatori defunti il nostro Presidente, Luca Zerbini, ha ringraziato i donatori ed i volontari che trovano il tempo per supportare l’associazione anche durante il lockdown, nonostante famiglia e lavoro.

Il saluto del nostro Sindaco, Luca Prandini, è sempre accolto con gioia e soddisfazione in quanto ci ricorda che la nostra Associazione è sempre presente sul territorio e negli avvenimenti importanti del nostro paese. Tra pochi giorni verrà inaugurata la nuova piazza alla Deputata Partigiana Gina Borellini e in quella occasione verrà consegnata la costituzione italiana ai diciottenni concordiesi.

Il segretario nominato per l’assemblea è Enrico Benetti che assieme a Davide Golinelli dichiara valida la seconda convocazione.

La relazione del Presidente Luca Zerbini inizia ringraziando in modo particolare tutti i donatori che in questo periodo di lockdown dimostrano più pazienza del solito. Purtroppo per evitare assembramenti in sede siamo costretti a chiamare meno donatori per gli ingressi contingentati, come prevede il protocollo e per la sicurezza di tutti, ma purtroppo questo comporta un allungamento tra le chiamate per le donazioni.

Nonostante siamo in questa particolare situazione da oltre un anno i dati sono stati molto positivi, rispetto al 2019:

  • abbiamo avuto 42 nuove iscrizioni raggiungendo il numero di 500 donatori effettivi, 20 più dell’anno precedente calcolando i donatori dimessi
  • le donazioni di Sangue sono state 690 (+4,55%)
  • le donazioni di Plasma sono state 199 (+21,34%)
  • per un totale di 889 donazioni (+7,89%).

Enrico Benetti illustra la nostra situazione finanziaria, il cui dettaglio è disponibile in sede.

La Dott.ssa Luisa Baraldi, in AVIS da ben 41 anni, ricorda quante cose sono cambiate negli anni, abbiamo affrontato e superato AIDS, terremoto, ma andiamo sempre avanti. Anche Lei vuole mandare un ringraziamento particolare ai donatori che ricorda essere sempre corretti e responsabili. I numeri ci danno ragione, i nostri donatori stanno affrontando bene anche le procedure anti COVID. Si augura che i donatori, i volontari e le loro famiglie vengano vaccinati prima possibile.

I problemi dei donatori sono i soliti da emiliani: transaminasi e colesterolo e stare sempre in casa sicuramente non aiuta. Purtroppo come già accennato le chiamate prevedono un numero limitato di donatori, ma stiamo cercando di aumentare le giornate di donazione, in accordo con AVIS provinciale, in modo da poter fare più chiamate possibile.

L’intervento graditissimo del Presidente dell’ AVIS Regionale Emilia Romagna Dott. Maurizio Pirazzoli ci ricorda quanto si senta tra amici a Concordia e ne siamo lusingati.

L’AVIS da 60 anni passa da una mano all’altra ma per fortuna tutti i volontari sono responsabili e danno il meglio per questa Associazione, ben degni di chi lascia il compito. Le difficoltà incontrate sono veramente tante, ma con la volontà si possono superare, purtroppo manca la socialità che è la nostra dimensione favorita. Il dono è prezioso, c’è chi lo aspetta speranzoso e noi dobbiamo essere pronti. I risultati raggiunti lo dimostrano. L’Italia è autosufficiente nel Sangue intero ma non nel Plasma perciò dobbiamo aumentare questo tipo di donazione per evitare di doverlo comprare da altri paesi dove spesso le procedure di raccolta e tracciabilità non sono al nostro livello

Il Presidente Luca Zerbini elenca gli eletti del nuovo consiglio:

  • BADIALI DAVIDE
  • BENETTI ENRICO
  • BOCCHI GAIA
  • BULGARELLI TEA
  • CALANCA MONICA
  • DIAZZI CARLO
  • GUICCIARDI DAVIDE
  • MALAGOLI DANIELA
  • PAPOTTI FRANCESCO
  • PRANDINI GIOACCHINO
  • RICCO’ GUENDALINA
  • ROSSI SERGIO
  • ZERBINI LUCA

e gli eletti nel collegio dei revisori dei conti:

  • PIGNATTI ELENA
  • PULGA ANDREA
  • SGARBI GIOVANNI

a tutti augura un buon lavoro per i prossimi 4 anni.

Il saluto del Presidente ci sollecita a portare sempre nuovi donatori e a continuare a donare poiché c’è sempre maggiore bisogno di sangue che, ricordiamo, è l’unico medicinale non riproducibile in laboratorio.

Ringraziando tutti i donatori e chi ha partecipato all’assemblea, da un arrivederci in sede AVIS per le donazioni e per aggregarvi ai vari gruppi di lavoro/commissioni perchè l’AVIS ha bisogno di tutti noi.

Arrivederci a tutti.