L’anno era il 1960, e già allora Avis puntava sulla comunicazione per divulgare il messaggio del dono.

Questo è un esempio di pubblicità, dai toni piuttosto drammatici nel bianco e nero di richiamo neorealista, ma indubbiamente diretta ed efficace, anche perché appariva su una rivista di automobilismo.

Negli anni gli stili sono cambiati e anche la promozione si è adeguata ai tempi, ma allora come ora il messaggio non cambia: chi dona sangue dona vita.