Concordia in fiore ed il progetto melanoma

/Concordia in fiore ed il progetto melanoma

Concordia in fiore ed il progetto melanoma

Festa riuscitissima! L’edizione 2018 dell’ormai classica “Concordia in fiore” del 25 aprile ha visto la partecipazione di tantissime persone che, anche attirate dalla giornata calda e soleggiata, ne hanno approfittato per fare una passeggiata nel nostro centro che piano piano cerca di riaprire nuovi spazi per tornare a quella normalità purtroppo dimenticata da 6 lunghi anni.

Noi eravamo presenti con il nostro gazebo AVIS dove, oltre a regalare palloncini colorati ai bambini, ne abbiamo approfittato per parlare con i passanti e per iscrivere 10 potenziali nuovi donatori.

La campagna di sensibilizzazione al dono del sangue prosegue con le altre feste comunali poiché crediamo fermamente che incontrare le persone sia fondamentale per invogliarle ad iniziare a donare poiché spiegare cosa facciamo e come lavoriamo è basilare per stimolarle ad iscriversi.

Intanto è terminato il corso di aggiornamento al quale abbiamo partecipato per l’adeguamento del programma AvisNet ed è stata definitivamente attivata l’APP che consente di vedere tutto quanto registrato sul proprio profilo, dalle donazioni agli esami che possono essere scaricati direttamente.

Potete scaricarla sul vostro cellulare per avere sempre aggiornata la vostra posizione AVIS.

Nel frattempo abbiamo avuto il piacere di ospitare presso i nostri locali il “Progetto melanoma” organizzato dalla associazione ANT delegazione di Mirandola. Sono state visitate più di 50 persone in 2 giornate e riteniamo che anche questo sia una iniziativa alquanto importante poiché tutto quanto è prevenzione deve essere incoraggiato e perseguito.

Sempre presente la Signora Maria Grazia Zagnoli, volontaria ANT, alla quale facciamo tanti auguri di pronta guarigione per la brutta aggressione subita.

Che dire…. noi siamo presenti in sede quasi tutte le settimane, venite a trovarci!

Anche solo per parlare, per mostrare quello che facciamo ai vostri figli e familiari, per far capire loro che il sangue raccolto è un dono preziosissimo e che essere donatori va ben oltre la paura di un piccolo foro perché il bene che facciamo, e l’amore che mettiamo in ogni sacca, compensa abbondantemente quei 10 minuti che impieghiamo per stendere il braccio alla vita.

 

By |2018-06-28T15:44:23+00:0027 giugno 2018|0 Commenti

Scrivi un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Come il 90% dei siti web, utilizziamo i cookie per aiutarci a migliorare il sito e per darti una migliore esperienza di navigazione. Senza i cookie alcuni elementi del sito non potranno essere attivati. Per maggiori informazioni leggi la nostra Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi