Nuovi scenari per la protezione civile nazionale e Avis

/Nuovi scenari per la protezione civile nazionale e Avis

Nuovi scenari per la protezione civile nazionale e Avis

Il 4 marzo si è tenuta a Roma una riunione dei rappresentanti di tutte le Avis, che avevano allestito servizi di protezione civile. Era presente anche l’Avis comunale di Modena, in rappresentanza dell’Avis provinciale.

In quest’occasione è stato presentato un nuovo protocollo di intesa con la Protezione civile nazionale, che prevede la messa a disposizione di autoemoteche, con adeguato supporto logistico, in grado di operare in zone dove si sono verificate delle emergenze. Queste unità operative faranno direttamente capo alla Protezione civile nazionale e dovranno essere attive nel giro di 12 ore dall’arrivo della richiesta da parte delle strutture di Stato.

L’adesione a questo protocollo non pregiudica in alcun modo l’attività di Protezione civile, già svolte da numerose associazioni, distribuite sul territorio. Ad esempio, l’Avis provinciale di Modena da lungo tempo ha allestito una squadra di volontari di Protezione civile, debitamente addestrati, che intervengono sul territorio a richiesta dell’autorità locali, per emergenze di varia natura, come allagamenti, principi di incendio, terremoti e simili.

Un gruppo di questi volontari è stato specificamente addestrato da un esperto Unesco sul tema del recupero delle opere d’arte, coinvolte in calamità naturali.

I volontari della protezione civile di Modena in fase di addestramento nel recupero del patrimonio culturale, coinvolto in situazioni di emergenza.

Sulla base di queste indicazioni, l’Avis provinciale modenese sta esaminando la possibilità di inserire il programma di intervento richiesto dal protocollo nazionale nel già ampio programma di intervento e supporto, messo a disposizione del territorio.

All’incontro, a Roma, ha partecipato il presidente di Avis nazionale e il responsabile nazionale del servizio di Protezione civile.

Incontro di Avis e Protezione Civile a Roma

 

By |2019-03-16T07:50:30+00:0014 Marzo 2019|0 Commenti

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.